Il Cardinale Domenico Bartolucci 1917-2013
Nato nel 1917 a Borgo San Lorenzo (FI), entra giovanissimo nel Seminario fiorentino. Studia musica con Francesco Bagnoli, Maestro di Cappella del Duomo e, alla sua morte, gli succede come Direttore.
Nel 1939 viene ordinato sacerdote ed ottiene il Diploma in composizione e direzione d’orchestra con Vito Frazzi al Conservatorio fiorentino.Nel 1942 si reca a Roma per maturare una più profonda conoscenza della musica sacra. Oltre a frequentare Raffaele Casimiri, illustre studioso palestriniano, è subito affiancato a Lavinio Virgili come vice direttore della Cappella di San Giovanni in Laterano.
Nel 1947 succede a Licinio Refice come direttore della Cappella Musicale “Liberiana” della Basilica di Santa Maria Maggiore e nel 1956 Pio XII lo nomina Maestro Direttore Perpetuo della Cappella Sistina.
Considerato il più autorevole interprete di Palestrina, oltre ai servizi liturgici papali ha guidato la Cappella Pontificia in numerose tournées in Italia e nel mondo (Austria, più volte in Germania e in Francia, Belgio, Olanda, Irlanda, Spagna, Turchia, Australia, Isole Filippine, Stati Uniti, Canada, Giappone), eseguendo musiche polifoniche classiche e proprie.Nel 1965 è annoverato tra gli Accademici di Santa Cecilia. Proprio l’Accademia ha più volte programmato i suoi oratori nelle stagioni sinfoniche invitandolo a dirigerne le esecuzioni: tra di esse si ricordano particolarmente il Gloriosi Principes presentato a tutti i Padri conciliari, presente Paolo VI, e l’Ascensione offerta a Giovanni Paolo II quando, ristabilitosi dopo l’attentato, rientrò a Roma per riprendere il suo ministero pastorale. Sempre con il Coro dell’Accademia Bartolucci ha diretto numerosi concerti palestriniani ed è stato protagonista di un’indimenticabile tournée nell’allora Unione Sovietica nel 1977.
Oltre ad aver diretto i principali complessi sinfonico-corali italiani a Roma, Venezia, Trieste, Palermo, Firenze e Bari, ha tenuto corsi di polifonia palestriniana in Italia e all’estero. All’attività di Maestro di Cappella, ha affiancato anche quella di didatta presso il Conservatorio di Santa Cecilia e il Pontificio Istituto di Musica Sacra.
Con il Coro polifonico della Fondazione a lui intitolata ha tenuto numerosi concerti tra i quali risalta quello offerto a Sua Santità Benedetto XVI nella Cappella Sistina (giugno 2006).
L’attività di compositore di Bartolucci è assai vasta: il numero delle opere pubblicate supera finora i quaranta volumi e comprende 6 libri di Mottetti, 2 di Madrigali, 6 di Messe, Laudi, Salmi, Inni e Cantici. A questi sono da aggiungere il Concerto in Mi per pianoforte e orchestra, la Sinfonia Rustica “Mugellana”, musiche cameristiche e organistiche, e una serie di Oratori e Messe per soli, coro e orchestra: Natività, Ascensione, Passione, Tempesta sul Lago, Gloriosi Principes, Baptisma, Miserere, Te Deum, Stabat Mater, Missa pro defunctis, Missa Assumptionis, Missa Jubilæi, Missa de angelis, Messa in onore di Santa Cecilia, Cantata Biblica, Transitus beati Francisci.
In occasione del Concistoro Ordinario Pubblico del 20 novembre 2010 il Santo Padre Benedetto XVI ha voluto nominarlo Cardinale di Santa Romana Chiesa per la generosità e dedizione con la quale si è distinto nel suo servizio. È deceduto a Roma, all’età di 96 anni, l’11 novembre 2013.